Gli articoli di Campanialive.it

 

Il battito del cuore dell’atmosfera nei dati anemometrici a Montevergine

Autore: Dott. Vincenzo Capozzi - MVOBSV
08/05/2021 (letto 103 volte)

Nei dati del vento che quotidiamente il nostro osservatorio rileva sui crinali del Partenio, in collaborazione con l’universita Parthenope di Napoli, vi sono quasi ogni giorno aspetti meritevoli di attenzione.

 

Nei dati del vento che quotidiamente il nostro osservatorio rileva sui crinali del Partenio, in collaborazione con l’universita Parthenope di Napoli, vi sono quasi ogni giorno aspetti meritevoli di attenzione.
L’elemento che emerge dai dati rilevati nelle ultime 24 ore, come si evince dal grafico della velocità del vento riportato di seguito, è il manifestarsi di un’onda orografica.

Si tratta di un fenomeno atmosferico di cui più volte abbiamo parlato sui nostri canali e che abbiamo descritto tramite immagini e dati.
Le onde orografiche si manifestano allorché in condizioni di atmosfera stabile, ed in particolare di inversione dinamica in quota, una corrente d’aria di una certa intensità investe perpendicolarmente un rilievo montuoso.

Il massiccio di Montevergine, e più in generale i monti del Partenio, sono spesso teatro di questi fenomeni sia con venti nord-orientali sia con venti occidentali. Oggi l’onda orografica è stata generata proprio dai venti da ovest che hanno dato luogo, nel tardo pomeriggio, anche alla formazione di spettacolari nubi lenticolari in prossimità delle creste.

Una delle evidenze della presenza di un’onda orografica è rappresentata dall’andamento “sinusoidale”, ossia oscillatorio, della velocità del vento, aspetto questo che emerge in maniera lampante dai dati riportati del grafico di seguito, dati in cui c’è l’essenza delle affascinanti dinamiche atmosferiche

 

Condividi:

Facebook MySpace Twitter  

 

Torna in cima


Ricerca articoli

 

Ricerca per titolo:

 

Ricerca per testo contenuto:

Tutte le parole Almeno una parola

 

Clicca qui per maggiori informazioni