Gli articoli di Campanialive.it

 

Analisi Strato-Tropo Inverno 2013-14

Autore: Dott.Alberto Fucci
09/12/2013 (letto 2447 volte)

Il Dott. Alberto Fucci sulle possibili evoluzioni strato-troposferiche dell'inverno che ci attende.

 

Anche per quest'inverno voglio rendervi partecipi delle mie Analisi, proiezioni, riflessioni sull'Inverno ormai alle porte... Queste Analisi sono solo proiezioni di massima sul possibile dislocamento delle figure bariche in base a studi teleconnettivi strato-tropo e a riflessioni... Sono da prendere con le pinze e non rappresentano previsioni dettagliate, specie per archi temporali lontani!

Ecco la mia parte di Analisi fatta 5 giorni fà, ovvero il 13 novembre....

Dopo un attenta fase di osservazione e studio sono pronto a stilare la mia modesta previsione per la stagione invernale ormai alle porte 2013/2014… In questo post mi concentrerò sulla prima parte (fine novembre – metà dicembre) perché è quella più che mi stuzzica e secondo il mio modesto parere non proprio scontata come si pensa e si dice da più parti. Chiaramente cercherò di aggiornare quanto più possibile questo topic e chiaramente man mano arriverò anche alle Analisi della seconda parte di Dicembre, di Gennaio e di Febbraio…

Partiamo con premesse che sono note a tutti. Nella stagione invernale ormai alle porte avremo :
- QBO positiva ovvero contraddistinta venti occidentali in propagazione dai piani isobarici più alti. Con tale pattern nella Stratosfera il Vortice Polare si approfondisce e si raffredda, mentre la corrente a getto polare si rafforza sensibilmente.
- AO che difficilmente avrà picchi negativi considerevoli
- Solar flux basso
- ENSO essenzialmente neutra indicante anomalie quasi del tutto assenti per le acque superfiiciali del Pacifico

Iniziamo con l’Analisi attuale Stratosferica e Troposferica…. Ecco l’Emisferica ECMWF a 10 hpa :
Immagine


Si nota un VPS essenzialmente compatto, con qualche disturbo dettato dalla Wave1 ossia dall’Anticiclone Aleutinico, responsabile del leggero calo del NAM che e' arrivato fino ad un 0.5. Ma nei prossimi giorni e fino all’inizio della 3 decade mensile si nota come potrebbe proseguire il raffreddamento stratosferico, con possibile raggiungimento della soglia NAM.
ll VPS, conseguentemente come possiam notare dalla seguente emisferica si presenterà essenzialmente contratto, indisturbato e in prima armonica… :
Immagine


L'Incalzante raffreddamento Stratosferico per ora si sta ripercuotendo anche in Troposfera con un Indice AO molto positivo che sfiorerà il valore di +4 proprio tra pochissimi giorni come si evince dall’AO Index :
Immagine

Ma in seguito ecco che inizierà per la Troposfera una fase di Decoupling con la Stratosfera… L’Indice AO calerà fino ad arrivare a valori neutri o debolmente negativi ascrivibili ad una possibile irruzione artica che potrebbe prender piede nell’ultima decade mensile con spostamento dell’Azzoriano più ad ovest e coinvolgimento possibile di un po’ tutta l’Italia con la prima neve possibile anche a quote medio- basse sul centro-nord...

In questa fase il VP Troposferico potrebbe essere disturbato sia dalla WAVE1 che diventerebbe molto più pressante e sia dalla risalita di latitudine della Wave 2 fino a sfiorare latitudini Groenlandesi… Il VPT potrebbe tendere così a scindersi parzialmente in VP Canadese e VP Siberiano…. Il NAM potrebbe così calare sotto i colpi inferti dalla Troposfera sino a valori solo leggermente positivi, diciamo neutri…
Per il prosieguo (ultimissimi giorni di novembre/primi di Dicembre), potrebbe esserci un possibile ricompattamento del VPT (AO+) con zonalità mediamente alta… Ma questa fase potrebbe essere solo temporanea, in quanto la wave 2 potrebbe tornar protagonista e pronta a chiudere ancora il flusso zonale aiutata da SSTA che rimarrebbero tra il neutro e il negativo… A mio modesto parere entro metà mese (entro il 15 dicembre) si potrebbe assistere alla prima vera irruzione continentale della stagione anche di un certo livello con AO neutra o anche debolmente negativa… Possibile SCAND+ e possibile intrusione anche della Wave 3 con possibile marcato raffreddamento su Russia ed Europa Orientale… La Troposfera con le sue forzanti potrebbe disturbare anche la Stratosfera che potrebbe iniziare così a riscaldarsi con NAM nuovamente in discesa…. Questa proiezione di CFS rispecchierebbe un pò quella che sarebbe la mia idea relativa alla prima parte di Dicembre
Immagine
Immagine

Questa è la mia prima parte di analisi relativa esattamente al prossimo mese futuro (seconda parte novembre – prima metà dicembre). Più avanti per ora non vado, anche perché dalla 3 decade di Dicembre in poi inizierebbero ad entrare in gioco possibili manovre stratosferiche (tipologia e portata dei possibili Warming) che han bisogno ancora di conferme, oltre che capire l’esatta collocazione e l’eventuale impatto Troposferico… Non credo assolutamente che il prossimo mese analizzato possa essere tutto in AO+ e in perfetto coupling con la Stratosfera, la quale anzi, potrebbe subire gli effetti e disturbi della Troposfera, la quale saprà farsi rispettare… Non dimentichiamoci poi che quest’anno abbiamo la Wave 2 protagonista che non sempre porta ad AO+ con zonalità sparata, e azzorriano stiracchiato sul Mediterraneo ma può portare anche a configurazioni meridiane o irruzioni continentali, oltre che chiaramente una chiusura atlantica…. Le SSTA inoltre continuano e potranno continuare a essere neutro negative e quindi favorevoli a insediamenti azzorriani meridiani in Atlantico…
Immagine

E questo può accadere benissimo anche con un AO neutra o debolmente negativa e l’indice subirà queste oscillazioni a prescindere dal NAM…. Quindi occhio e io non mi sento di dare l’Inverno spacciato a Dicembre, anzi...

Dott. Alberto Fucci - Benevento

Se vuoi dire la tua su questo articolo clicca qui.

 

Condividi:

Facebook MySpace Twitter  

 

Torna in cima


Ricerca articoli

 

Ricerca per titolo:

 

Ricerca per testo contenuto:

Tutte le parole Almeno una parola

 

Clicca qui per maggiori informazioni