Gli articoli di Campanialive.it

 

Cronaca della mareggiata ad Amalfi 13-18 Gennaio 1987

Autore: Redazione Campanialive.it
02/08/2013 (letto 5028 volte)

Il 13-18 Gennaio 1987 sui versanti occidentali dell'Italia si abbatterono forti mareggiate che provocarono molti danni sulle coste esposte.Un nostro caro amico ci ha inviato delle foto ed una cronaca di quell'avvenimento.

 

Tutto iniziò con un insistente vento di scirocco di una forza inusuale che soffiò senza tregua per tutta la notte. La mattina il mare era già a forza nove e le onde raggiungevano la strada che collegava Amalfi ad Atrani. La forma del paese ad anfiteatro e' un teatro naturale e lo sciabordio violento del mare era amplificato in un rombo sordo e continuo che raggiungeva ogni stanza delle case.La spiaggia principale del paese era totalmente coperta dalle onde che arrivavano ben oltre l'alto muro in cui sono ricavati i depositi delle barche.





Dalla foto che segue si nota che il mare ha coperto tutta la spiaggia arrivando a sfondare le porte dei depositi sottostanti la strada.Chi conosce Amalfi può ben capire fin dove sia arrivata l'acqua del mare.






In quest'altra foto si può notare l'altezza dell'onda che si sta abbattendo sulla città( di cui si vede il parcheggio degli autobus che si trova a circa 10 metri sopra il livello del mare totalmente invaso dall'acqua). Per rendersi meglio conto delle sue dimensioni raffrontare le panchine del porto turistico(detto il pennello) o il suo faro con il fronte dell'onda che sta arrivando.




Si parlava del primo giorno....Il secondo giorno (lunedì) lo scirocco aveva preso forza ed il mare aveva raggiunto forza dieci. Degli spavaldi autisti erano riusciti a mettere in salvo i pullman dal parcheggio prima che la furia del mare li trascinasse a mare. Ho visto anche quest'anno con i miei occhi spostare(macchine però) dal mare forza otto per cui fai due conti.......Intanto verso la fine del secondo giorno il mare aveva cominciato a scalzare la pavimentazione del parcheggio(massi di tonnellate!!) e le onde arrivavano fino alla scalinata della cattedrale...Nella foto che segue si ha un'idea di dove arrivi il mare forza 8. Nel 1987 verso le 13 del giorno 18 esso raggiunse forza 9. L'acqua ormai copriva parte degli edifici costieri e per le scalinate correvano fiumi d'acqua....Ad ogni modo, ritornando verso la fine del secondo giorno, circa verso le 21 l'ultima parte del molo turistico fu sradicata dalle fondamenta e completamente distrutta.

Nelle foto seguenti si nota:

1) L'invasione dei depositi di barche da parte del mare :







2) Il mare, dopo avere coperto la spiaggia, urta violentemente contro le porte dei depositi di barche





3) Il mare inizia a far cozzare i pullman nel parcheggio, notare l'altezza dell'onda in confronto ai moli (altezza dal mare circa 5 metri, l'onda è alta più del doppio ,dunque più di 10(!!) metri, e siamo solo al secondo giorno.





In questa foto si nota l'enorme schizzo di un'onda che si abbatte poi sulla strada






Ancora un'altra foto dove si nota il superamento da parte delle onde di barriere alte più di 5-6 mt.





Una foto panoramica del porto con le onde che valicano la barriera posta dal molo.




Ecco di seguito le mappe relative ai giorni dal 9 al 12 gennaio 1987 durante i quali si scatenò la tempesta.




9 gennaio 1987






10 gennaio 1987






11 gennaio 1987






12 gennaio 1987





Si ricorda che nella stessa tempesta venne distrutta la diga foranea del porto di Napoli che fu sfondata letteralmente dal moto ondoso.

Di seguito un video della mareggiata di Amalfi del 1987 tratto da you tube


Se vuoi dire la tua su questo articolo clicca qui.

 

Condividi:

Facebook MySpace Twitter  

 

Torna in cima


Ricerca articoli

 

Ricerca per titolo:

 

Ricerca per testo contenuto:

Tutte le parole Almeno una parola

 

Clicca qui per maggiori informazioni