Gli articoli di Campanialive.it

 

I progetti dell'osservatorio meteorologico di Montevergine.

Autore: Redazione Campanialive.it tratto dall'edizione di Avellino de "Il Mattino"
08/04/2013 (letto 2869 volte)

L’Osservatorio di Montevergine può ospitare il Museo delle Scienze, con l’esposizione di strumenti di rilevazione metereologica, custoditi nei secoli...

 

Immagine non disponibile

L’Osservatorio di Montevergine può ospitare il Museo delle Scienze, con l’esposizione di strumenti di rilevazione meteorologica, custoditi nei secoli, e la realizzazione di un percorso didattico. Sul monte più rinomato d’Irpinia per le sue bellezze paesaggistiche, la nascita di un centro d’attrazione scientifica alimenta il confronto sull’evoluzione della meteorologia, che coinvolge esperti e curiosi. L’Osservatorio, fondato nel 1884, custodisce un’importante patrimonio di apparecchiature utilizzate per lo studio del clima. Inoltre, la sua terrazza, che domina la valle, offre allo spettatore l’impareggiabile bellezza del paesaggio del Partenio. Scienza, natura e tradizione religiosa, per la presenza del santuario consacrato al culto di Mamma Schiavona, possono rappresentare un itinerario affascinante per tanti appassionati e visitatori. Vincenzo Capozzi, 26 anni, laureato in Scienze e Tecnologie della Navigazione, è l’artefice, con il direttore dell’Osservatorio Padre Benedetto Komar, dell’innovazione apportata alla tradizionale attività di rilevazione dei dati atmosferici. “Nell’ottobre di due anni fa- spiega il giovane ricercatore avellinese- con Padre Komar e due amici interessati ai nostri studi, Mario ed Antonio , abbiamo costituito l’associazione no profit non riconosciuta “ MVOBSV MountVergine Observatoty”, per dare un nuovo impulso al settore. Così, abbiamo introdotto una sensoristica moderna, acquistata con i proventi delle donazioni e di altre iniziative di volontariato. Siamo riusciti, in tal modo, a disporre di 3 webcam ad alta risoluzione, di cui una operativa anche all’infrarosso. In tal modo, è possibile rilevare, in maniera automatica ed in tempo reale, la condizione atmosferica, per monitorare, ad esempio, l’intensità delle piogge, della neve, della nebbia”-. L’uso del computer e programmi di ultima generazione consentono di aggiornare i dati ogni dieci minuti, evitando la presenza, all’interno dell’Osservatorio, di un operatore, come accadeva in passato. “ I dati e le immagini sono disponibili sul sito www.mvobsv.org- continua Capozzi. Inoltre, ogni sera, alle 20, viene trasmesso il bollettino meteorologico, curato da me, con le previsioni del tempo, sviluppate nell’arco delle successive 48 ore, per Avellino e per tutta l’Irpinia”-. Per salvaguardare la storia, le antiche apparecchiature e promuovere ulteriori studi nel settore, è stata istituita la Fondazione per la Ricerca Scientifica nel campo delle Scienze Naturali e Geofisica intitolata a Francesco Denza, il religioso e scienziato napoletano, appartenente all’ordine dei Barnabiti, che favorì la nascita della meteorologia in Italia. “La nostra idea- conclude Capozzi- è creare un Museo delle Scienze, con l’esposizione delle strumentazioni metereologiche, procedendo alla loro catalogazione, ripristinandone, se è necessario, anche la funzionalità, per una ricognizione di carattere storico e scientifico, destinata non solo agli studenti, ma anche agli esperti. Il percorso didattico, infatti, può aprire nuovi orizzonti alla ricerca, valorizzando anche il nostro territorio come luogo preposto alla conservazione, divulgazione ed evoluzione della strumentistica applicata alla climatologia. La lungimiranza, l’entusiasmo di PadreKomar, hanno condotto l’Osservatorio a raggiungere risultati ottimali nel monitoraggio delle condizioni atmosferiche e nella rilevazione dei dati climatici. Tra i nostri obiettivi, anche l’elaborazione del bollettino meteorologico esteso a tutta la regione. Siamo aperti ad ogni forma di consulenza e di collaborazione, anche gratuita, per fornire ad aziende, quotidiani ed enti campani le previsioni del tempo. Il nostro impegno nasce dall’amore per la Scienza, per la nostra terra e vorremmo contribuire con il nostro lavoro al rilancio dell’Irpinia, salvaguardando e migliorando l’attività dell’ Osservatorio”.

www.mvobsv.org

 

Condividi:

Facebook MySpace Twitter  

 

Torna in cima


Ricerca articoli

 

Ricerca per titolo:

 

Ricerca per testo contenuto:

Tutte le parole Almeno una parola

 

Clicca qui per maggiori informazioni