Gli articoli di Campanialive.it

 

Il clima del mese di maggio 2013 a Napoli Centro

Autore: Prof. Adriano Mazzarella - Federico II Napoli
03/06/2013 (letto 1773 volte)

Consueto riepilogo dei dati mensili dello storico osservatorio meteorologico del centro della città di Napoli

 

Immagine non disponibile

Il mese di maggio 2013 è stato caratterizzato da una notevole ed insolita variabilità atmosferica. La temperatura dell’aria è stata di gran lunga più alta della media stagionale nei primi 4 giorni; altalenante, con improvvisi diminuzioni ed aumenti di temperatura, nelle due decadi successive ma sempre all’interno delle medie; decisamente al disotto delle medie, nei rimanenti giorni. La media delle minime è stata di 17.3°C, più elevata di 2.5°C della relativa media stagionale, mentre quella della temperatura massima è stata di 23.5.0°C, in linea con la media. Il giorno più caldo è stato il primo maggio con 30.1°C; le precipitazioni sono state di 47 mm, in linea con il valore stagionale. La variabilità atmosferica di questo mese è stata causata dalla prolungata presenza di una profonda depressione sull’Islanda, di un potente anticiclone delle Azzorre ad Ovest del Mediterraneo e dalla depressione ligure posizionata una volta più a Sud, in grado di attrarre aria africana, e una volta più a Nord, in grado di attrarre aria fredda polare. Tali scenari barici non devono, però, sorprendere più di tanto. Basta ricordare come lo scrittore Marotta descrive il maggio del 1962: “Abbiamo vento e scrosci in maggio da riaccendere i fuochi di Sant’Antonio; maggio, non più marzo, è pazzo”.

Se vuoi dire la tua su questo articolo clicca qui.

 

Condividi:

Facebook MySpace Twitter  

 

Torna in cima


Ricerca articoli

 

Ricerca per titolo:

 

Ricerca per testo contenuto:

Tutte le parole Almeno una parola

 

Clicca qui per maggiori informazioni