Gli articoli di Campanialive.it

 

Il freddo e la neve del Febbraio 2003

Autore: Redazione Campanialive
05/02/2003 (letto 11911 volte)

Dalla fine del mese di gennaio grandine neve e maltempo flagellano la Campania

 

Stamane verso le 5:20 un temporale apre le danze su quello che sarà il giorno della neve a Napoli. Già nell'analisi a 500Hpa si evince come la giornata si prospetti all'insegna dell'instabilità e del freddo.Una profonda saccatura a carattere freddo occupa l'Europa centrale ed il suo nucleo più freddo è centrato proprio sulla nostra penisola.Valori barici così bassi non si ricordavano da tempo sulla nostra regione.Sulla Campania passa alle 00Z una isoipsa di 522 Dm. Con una pressione in quota così bassa e con le correnti al suolo orientate da nord nord/ovest non potevano mancare fenomeni di forte instabilità sulla nostra regione. Così alle 5 del mattino un violento temporale si abbatte su Napoli provocando la caduta di una fitta grandine che comincia anche a far calare la temperatura in maniera vistosa.

Come si può ben vedere dal grafico rilevato dalla nostra stazione di p.zza Immacolata al Vomero (NA), alle 01:00 circa comincia a piovere e la temperatura passa velocemente dai 8.4° della 24:00 ai 7.7 delle 01:01 quando inizia la precipitazione di pioggia e grandine.Poi è una discesa continua sino a 5° alle 03:00 e ai 4.6° alle 04:30 dopo che la prima precipitazione terminava alle 3:40. Ma alle 4:44 ricomincia la precipitazione e alla pioggia si sostituisce velocemente la grandine e poi la neve granulosa. Ed infatti ecco che la temperatura torna a scendere dai .3° delle 04:54 , dopo aver subito una lieve ripresa e poi piomba a 4° alle 05:18 e poi a 3 alle 05:27 e poi a 2.8° alle 05:30 quando comincia a cadere anche qualche fiocco.

Ecco infatti le automobili imbiancate dalla precipitazione in una foto delle 05.30 scattata nei pressi di P.zza Immacolata.

Al mattino con l'albeggiare Napoli appare nelle zone collinari piuttosto imbiancata da uno strato di neve e grandine in fusione che causano non pochi problemi allla circolazione specie nei quartieri collinari dove dai 150 metri di quota a salire al suolo è presente ancora alle 0900 uno strato di ghiaccio in fusione.

Tracce della precipitazione avvenuta si intravedono sulle pendici scoscese del versante sud della collina dei Camaldoli.

Al suolo sono molto evidenti le tracce di accumulo della precipitazione avvenuta in nottata con accumuli anche superiori ai 3 cm.Si pensi che la foto è stata scattata verso le 10 ad oltre 5 ore dal termine della precipitazione quindi gran parte dell'accumulo era in fase di scioglimento. Particolarmente colpiti dalla precipitazione notturna si sono rilevati i quartieri collinari del vomero.Quasi assente invece la neve altrove anche se vengono segnalate comunque tracce di grandine anche sui quartieri più bassi come Fuorigrotta e Bagnoli nonchè sul centro del capoluogo partenopeo.

L'appennino campano appare molto imbiancato come si vede da questa foto scattata dall'autostrada A-16 presso Baiano (AV)

Sui versanti che portano al santuario di Montevergine (AV) 1270 mt. la vegetazione appare completamente imbiancata dalla neve.


In cima la temperatura è di -5°/-6° gradi e soffia un forte vento che provoca un violento scaccianeve. Al pomeriggio poi dopo una fase di temporaneo miglioramento del tempo minacciosi cumuli torreggianti avanzano da nord verso sud e vanno man mano a coprire la città di Napoli.


Alle 16:30 un nuovo rovescio di neve si abbatte sul Vomero ma anche sul centro della città bassa nevica come dimostrano queste immagini scattate presso via Medina praticamente al livello del mare. Eloquente il termometro che indica la temperatura di 4° e le tracce di neve posata sui parabrezza delle auto in sosta.


Al pomeriggio alle 16:30 circa una intensa nevicata interessa tutte le zone collinari del napoletano con accumuli sino a 3-4 cm sulle zone oltre i 300 metri di quota.Nella foto l'intensa precipitazione in atto a quota 380 mt.Il culmine della precipitazione si raggiunge alle 18:20 circa quando un temporale sovrasta la città di Napoli mentre al di sotto del cumulonembo imperversa una fitta nevicata.


Accumuli di neve al mattino successivo a quota 350 nei pressi della stazione di TorreCaracciolo 350 mt.


Auto ricoperte dalla neve che cade nel pomeriggio sempre a TorreCaracciolo quota 350

Strade imbiancate sempre a TorreCaracciolo.


Nevica
a quota 380 sono le ore 1850 del 5 febbraio 2003.


Abbondanti imbiancamenti sulle auto in transito su via Jannelli a Napoli quota 280mt


La neve fiocca anche sui balconi sempre a via Jannelli a quota 290.



Prati imbiancati a via Jannelli - Napoli quota 280 la mattina del 6 febbraio 2003


Il Vesuvio offre un incomparabile spettacolo all'alba del 6 febbraio in questa foto scattata da p.zza Municipio a Napoli.



Video della precipitazione nevosa delle 5.30 che ha interessato la zona della stazione dei colli Aminei quota, girato da Gabriele Branno.



 

Condividi:

Facebook MySpace Twitter  

 

Torna in cima


Ricerca articoli

 

Ricerca per titolo:

 

Ricerca per testo contenuto:

Tutte le parole Almeno una parola

 

Clicca qui per maggiori informazioni