Gli articoli di Campanialive.it

 

La caduta dei capelli, le stagioni e il caffè

Autore: Prof. Adriano Mazzarella -
Responsabile Osservatorio Meteorologico Università Federico II di Napoli
31/10/2009 (letto 3261 volte)

L'attività fisiologica dei capelli prevede una nascita, un periodo di crescita più o meno lungo ....(continua)

 

Immagine non disponibile

L'attività fisiologica dei capelli prevede una nascita, un periodo di crescita più o meno lungo ed infine la morte stessa del capello. In condizioni normali, poco dopo la caduta di un capello, se ne produce un altro che seguirà le orme del predecessore: questo andamento ciclico può verificarsi per tutta la vita. E', perciò, normale trovare capelli sul pettine, sul cuscino e nel piatto doccia. Nelle stagioni di transizione (autunno-primavera) la caduta dei capelli spesso aumenta perché l'uomo conserva una specie di rinnovo periodico dei capelli tipico di altri mammiferi pelosi: la cosiddetta muta. Nei periodi aprile-maggio e settembre-novembre alcuni ormoni, informati soprattutto dalle ore di luce, attivano un processo sincronizzato di caduta con un aumento del numero dei capelli che cadono. Si tratta di un fatto fisiologico che non è causa di calvizie definitiva. Ai meccanismi genetici, biologici e evolutivi che regolano ogni cambiamento dell'organismo, occorre, però, aggiungere lo stress che può accelerare la caduta dei capelli. Da recenti studi, condotti dalle cliniche universitarie di dermatologia di Berlino e Jena, è emerso che lo shampoo ideale per chi soffre di caduta di capelli è quello contenente la caffeina: farsi uno shampoo al caffè, non con la bevanda ma con il suo principale elemento, rallenterebbe la caduta dei capelli in quanto la caffeina stimola il follicolo pilifero che dà vita al capello utilizzando le cellule prodotte dalla cheratina.

 

Condividi:

Facebook MySpace Twitter  

 

Torna in cima


Ricerca articoli

 

Ricerca per titolo:

 

Ricerca per testo contenuto:

Tutte le parole Almeno una parola

 

Clicca qui per maggiori informazioni