Gli articoli di Campanialive.it

 

Lo sapevate che il caldo favorisce l'obesità?

Autore: Prof. Adriano Mazzarella - Responsabile Osservatorio Meteorologico Università Federico II di Napoli
23/05/2009 (letto 3795 volte)

Il caldo favorisce lo sviluppo dell’obesità e del diabete.

 

Immagine non disponibile

Il caldo favorisce lo sviluppo dell’obesità e del diabete: questa teoria innovativa è stata formulata dal prof. Saverio Cinti dell’Università di Ancona recentemente insignito della prestigiosa medaglia Blaise Pascal dall’Accademia Europea delle Scienze per l’eccellenza delle sue ricerche sui tessuti adiposi. Nel corpo umano esistono due tipi di tessuti adiposi: quello “bianco” che immagazzina energia sotto forma di trigliceridi con accumulo di grasso e conseguente aumento del girovita e quello “bruno” che ha una funzione totalmente diversa perché si oppone all’accumulo di grasso, dissipa energia sotto forma di calore e difende l’organismo dall’obesità e dal diabete. Finora il tessuto adiposo bruno era stato individuato solo nei neonati ma l’equipe dell’Università di Ancona lo ha scoperto anche in età maggiore. E’ stato dimostrato, infatti, che il tessuto adiposo bruno non solo è presente nel 20% dei ragazzi, dai 15 ai 16 anni, ma è ancora riscontrabile negli adulti che vivono nei paesi freddi. Questi individui hanno, perciò, meno rischi di ammalarsi di obesità e di diabete rispetto a quelli che vivono nei paesi caldi a prescindere dal regime alimentare. Il messaggio innovativo lanciato dal prof. Cinti è di non tenere troppo al caldo i propri figli fino a 15 anni: d’inverno basta tenere in casa e nelle scuole una temperatura di 19°C per accrescere il tessuto adiposo bruno in modo da poter aiutare i ragazzi, una volta diventati adulti, a prevenire l’obesità e il diabete.

 

Condividi:

Facebook MySpace Twitter  

 

Torna in cima


Ricerca articoli

 

Ricerca per titolo:

 

Ricerca per testo contenuto:

Tutte le parole Almeno una parola

 

Clicca qui per maggiori informazioni