Gli articoli di Campanialive.it

 

Meteo e Clima. Circolazione Generale dell’Atmosfera

Autore: Dott. Alberto Fucci
10/05/2017 (letto 887 volte)

Nella sala DEMM dell’UniSannio si è tenuto il seminario “Meteo e Clima. Circolazione Generale dell’Atmosfera: genesi, evoluzione ed elaborazione di una previsione meteorologica”...

 

Immagine non disponibile

Nella sala DEMM dell’UniSannio si è tenuto il seminario “Meteo e Clima. Circolazione Generale dell’Atmosfera: genesi, evoluzione ed elaborazione di una previsione meteorologica”, curato dagli esperti Alberto Fucci (meteorologo), Dario Del Grosso (studioso meteo) ed Alessio Valente, docente di Geografia Fisica presso l’Università degli Studi del Sannio di Benevento.
Quali sono i processi dell’elaborazione di una previsione? Le icone meteo del sole, delle nubi, della pioggia, sono frutto di cosa? Perché il tempo atmosferico cambia magari anche radicalmente a distanza di sole 24 ore? Sono state le prime domande iniziali che hanno iniziato a traghettare i presenti verso un “viaggio” con partenza dal Sole e la radiazione solare e arrivo all’elaborazione della previsione per sabato 8 aprile 2017 a scala locale, ovvero sul Sannio.
Una tappa intermedia di questo tragitto nei meandri anche più tecnici della Meteorologia, è stata chiaramente la Circolazione Generale dell’atmosfera, dalla quale nascono le figure bariche fondamentali per l’evoluzione meteorologica dell’emisfero boreale, e quindi anche per la nostra area mediterranea, come l’Anticiclone delle Azzorre, l’Anticiclone sub-tropicale, il Vortice Polare, Il ciclone di Islanda e delle Aleutine. Si è dunque spiegato cosa è una bassa pressione, un’alta pressione, cosa sono i fronti.
Successivamente sono stati illustrati i modelli di previsione meteorologica, quali quelli più affidabili, quali le principali cartine da studiare e consultare per una previsione, i satelliti meteorologici; insomma, si è toccato con mano la diversa ubicazione di queste figure bariche il cui movimento è fondamentale per poter stabilire l’evoluzione meteorologica.
Verso la fine del convegno, durante l’elaborazione della previsione meteo di sabato 8 aprile 2017, sono stati rimarcati anche i limiti e le pecche delle previsioni automatiche e quindi delle varie app meteo, le quali devono essere sempre prese con “le pinze” soprattutto se ci ritroviamo con basse pressioni, perturbazioni, oppure se vogliamo sapere nel dettaglio un parametro meteo, di una determinata località, come ad esempio la temperatura prevista. La conoscenza del territorio e l’orografia sono fattori fondamentali per i quali è essenziale la figura del meteorologo, al quale va l’arduo compito anche di far valere l’esperienza e di saper interpretare gli outpout dei modelli di previsione, che talvolta non sono concordi tra loro e si differenziano da modello a modello. Tutti aspetti e mendri che le previsioni automatiche e le app meteo non tengono conto, originando previsioni talvolta anche nettamente errate.
Il convegno ha riscontrato consensi ed ampia partecipazione. Il pubblico si è dimostrato coinvolto ed incuriosito. Per l’associazione giovanile “Thesaurus” di Benevento, dunque, un nuovo successo.
Per i lettori di Campanialive, in esclusiva, le slide relative al Convegno del 7 aprile 2017 da poter leggere e anche scaricare. Buona visione e buona lettura…


Click qui per scaricare il file PDF completo

 

Condividi:

Facebook MySpace Twitter  

 

Torna in cima


Ricerca articoli

 

Ricerca per titolo:

 

Ricerca per testo contenuto:

Tutte le parole Almeno una parola

 

Clicca qui per maggiori informazioni