Gli articoli di Campanialive.it

 

Musica passionale per dimenticare il freddo

Autore: Prof. Adriano Mazzarella - Responsabile Osservatorio Meteorologico Università Federico II di Napoli
25/10/2009 (letto 3875 volte)

Il meteo può condizionare il sistema neuro-immuno-endocrino di una persona...(continua)

 

Immagine non disponibile

Il meteo può condizionare il sistema neuro-immuno-endocrino di una persona e influenzarne il carattere e l'umore. Secondo recenti studi dell’Università Cattolica di Milano, tale fenomeno, noto come meteoropatia o sindrome di Balzac, dal nome dello scrittore francese che nel romanzo “Il medico di campagna” ne descrisse tutti i sintomi, colpisce circa una persona su tre, soprattutto bambini, adolescenti ed anziani nei grandi centri industrializzati. Le sindromi meteoropatiche coinvolgono il malfunzionamento di diverse ghiandole: dall’ipotalamo, che produce la serotonina, il principale mediatore chimico dello stress, all’ipofisi, alla tiroide e al surrene. Si possono innescare, così, in individui meteo-sensibili notevoli variazioni ormonali in grado di causare cambiamenti di umore che li rendono irritabili, scontrosi, ansiosi e depressi. Ma il mondo di Internet, anche in questo caso, è pronto a darci una mano: da pochi mesi, è operativo un sito che permette di alleviare il mal di tempo ascoltando musica diversa in base alle condizioni del tempo. Se fuori c'è un bel sole sarà utile ascoltare brani divertenti e ritmati, se fa molto freddo è opportuno ascoltare musica calda e passionale, se piove potrà aiutarci della musica new age e così via. Sul sito "What's your weather?" basta cliccare su una delle sei icone meteo per aprire una playlist che comprende ben 50 brani che, in automatico, inizieranno a diffondersi attraverso le casse del nostro computer aiutandoci a raggiungere il sospirato equilibrio psico-fisico.

 

Condividi:

Facebook MySpace Twitter  

 

Torna in cima


Ricerca articoli

 

Ricerca per titolo:

 

Ricerca per testo contenuto:

Tutte le parole Almeno una parola

 

Clicca qui per maggiori informazioni