Gli articoli di Campanialive.it

 

Siccità Altavilla Silentina 2017

Autore: Giuseppe Stabile
01/09/2017 (letto 746 volte)

analisi relativa alla pioggia caduta nei primi 8 mesi del 2017 ad Altavilla Silentina.

 

CERRELLI DI ALTAVILLA SILENTINA (SA):


nei primi 8 mesi del 2017 caduti meno di


300 mm di pioggia


 Giovedì 31 agosto ore 11:00


altavilla silentina 1Se ne sono andati quasi i 2/3 del 2017: due mesi invernali, un intero trimestre primaverile e quasi tutta l'estate e il nostro comprensorio, così come tutto il sud-Italia, continua a vivere una delle più gravi siccità degli ultimi decenni. La mancanza di piogge è stata determinante nei mesi primaverili mentre le temperature miti che abbiamo avuto nel mese di febbraio non hanno consentito accumuli nevosi in montagna; rammento che la neve che si deposita sui monti nel periodo invernale costituisce un'importante risorsa per le falde acquifere. Dei temporali estivi, quelli che solitamente si verificano soprattutto durante il mese di agosto, nemmeno l'ombra; certamente non avrebbero risolto un granchè ma almeno avrebbero dato un po' di sollievo al mondo agricolo, oltre a domare gli incendi che quest'anno hanno davvero distrutto ettari ed ettari di vegetazione.

 

Non ci sarebbe bisogno dei numeri (analisi e statistiche) per affermare che non piove ormai da mesi, però a noi piace essere precisi e soprattutto fare confronti con gli anni passati; per avere un quadro preciso della situazione occorre mettere insieme i dati e analizzarli graficamente. Solo così si possono fare le dovute considerazioni e trarre le corrette conclusioni.

 

Sul primo grafico è riportata la pioggia caduta da gennaio ad agosto (8 mesi) partendo dall'anno 2012.

Osservate come dopo le scarse precipitazioni che si sono verificate nei primi 8 mesi del 2012, l'anno successivo abbiamo registrato un picco di quasi 1100 mm di pioggia e a seguire c'è stato un calo progressivo fino ad avere un accumulo inferiore ai 300 mm nell'anno in corso. Un valore questo paragonabile al clima del deserto.

pioggia gen ago


Passiamo alla distribuzione mensile delle precipitazioni sempre nei primi 8 mesi dell'anno.

 

Gennaio-Agosto 2012: quantitativi pluviometrici un po' inferiori alla media ma con precipitazioni distribuite maggiormente nel trimestre primaverile, in modo particolare nel mese di aprile. Qualche pioggia si è verificata anche nel mese di luglio; solo ad agosto non è piovuto affatto.

Pioggia 2012

 

Gennaio-Agosto 2013: il periodo conpiogge più abbondanti; praticamente è piovuto in tutti i mesi con quantitativi ben oltre la media nel trimestre estivo.

Pioggia 2013

 

Gennaio-Agosto 2014: quantitativi pluviometrici di tutto rispetto anche nei primi 8 mesi del 2014; in particolare, nei mesi di marzo, aprile e luglio sono stati superati i 100 mm.

Pioggia 2014

 

Gennaio-Agosto 2015: è iniziata a diminuire la pioggia nel trimestre primaverile ma in compenso agosto si è dimostrato generoso con oltre 150 mm di pioggia. Cumulate degne di nota anche nei mesi di gennaio e febbraio, entrambi superiori ai 200 mm.

Pioggia 2015

 

Gennaio-Agosto 2016: distribuzione più regolare delle piogge nei primi 8 mesi del 2016, a parte uno scambio di ruoli tra aprile e maggio. Ottime le cumulate pluviometriche di febbraio e marzo. Assenza di temporali, invece, a luglio e ad agosto.

Pioggia 2016


 

Gennaio-Agosto 2017: Scarsissime le piogge cadute nei primi 8 mesi del 2017; poco più della metà del periodo più siccitoso di quelli esaminati finora (vedi grafico del 2012) e meno di un terzo rispetto al periodo più piovoso (vedi grafico del 2013). Dopo un mese di gennaio con accumuli pluviometrici nella norma, è iniziato un periodo caratterizzato da un calo delle precipitazioni, in modo significativo nel trimestre primaverile; calo che è andato accentuandosi ulteriormente anche nel trimestre estivo; i 3,5 mm di pioggia caduti solo nel mese di luglio testimoniano l'assenza di temporali pomeridiani che solitamente interessano il nostro comprensorio nelle ore pomeridiane, specie nel mese di agosto.

1Pioggia 2017

 

Considerazioni: il grave problema della siccità che stiamo vivendo quest'anno è da attribuire principalmente alle scarse precipitazioni che si sono verificate nel trimestre primaverile; dal 1 marzo al 31 maggio sono caduti solo 54,25 mm di pioggia. Confrontando tale quantitativo pluviometrico con quelli dei singoli mesi primaverili più piovosi degli anni precedenti constatiamo che:

ad aprile 2012 la pioggia caduta è risultata quasi quadrupla; idem a marzo 2013; quasi il triplo a marzo 2014; 14 mm in più a marzo 2015; circa il triplo a marzo 2016.

Va sottolineato che abbiamo messo a confronto 90 giorni del 2017 con 30 giorni degli anni precedenti.

 

Ancora, la pioggia caduta dal 1 marzo al 21 agosto 2017 (55 mm) è risultata inferiore a quella caduta nel mese di febbraio (85,25 mm)




Se vuoi dire la tua su questo articolo clicca qui.

 

Condividi:

Facebook MySpace Twitter  

 

Torna in cima


Ricerca articoli

 

Ricerca per titolo:

 

Ricerca per testo contenuto:

Tutte le parole Almeno una parola

 

Clicca qui per maggiori informazioni