Gli articoli di Campanialive.it

 

Temporale? Niente stress, lo dice il cardiologo

Autore: Prof. Adriano Mazzarella -
Responsabile Osservatorio Meteorologico Università Federico II di Napoli
13/03/2010 (letto 3247 volte)

Nelle 24 ore successive ad una rapida caduta della pressione atmosferica ...

 

Immagine non disponibile

Nelle 24 ore successive ad una rapida caduta della pressione atmosferica si rileva un aumento dell'infarto miocardico ma non dell'ictus. I risultati di questa ricerca, condotta dal dott. Houk in Texas, sono stati pubblicati recentemente sulla prestigiosa rivista American Journal of Cardiology. Studi precedenti avevano accertato un aumento del numero degli infarti in inverno, ma ciò non sembra correlato al freddo in quanto anche in luoghi caldi si osserva il fenomeno. La pressione atmosferica presenta ampie variazioni diurne e stagionali in grado di facilitare la rottura delle placche arteriosclerotiche e influenzare la probabilità di infarto. Da un punto di vista meccanico è spiegabile anche l'assenza di associazione con l'ictus: a causa della sua posizione nel torace, il cuore è più sensibile alle variazioni di pressione atmosferica rispetto alle carotidi e la rottura delle placche non ha un ruolo importante nell'eziologia dell'ictus come in quella dell'infarto. Numerosi potranno essere i risvolti applicativi: ad esempio, i temporali sono in grado di causare una repentina diminuzione di pressione atmosferica anche di 10 hPa e le persone a rischio cardiocircolatorio dovrebbero evitare ogni tipo di stress durante manifestazioni temporalesche. E’ auspicabile, perciò, che i meteorologi nelle loro previsioni a breve termine incomincino a riportare anche quelle della pressione atmosferica che potrebbero così aiutare i cardiologi a comprendere quando sia più probabile un aumento di infartuati.

 

Condividi:

Facebook MySpace Twitter  

 

Torna in cima


Ricerca articoli

 

Ricerca per titolo:

 

Ricerca per testo contenuto:

Tutte le parole Almeno una parola

 

Clicca qui per maggiori informazioni