Gli articoli di Campanialive.it

 

Il clima del mese di Luglio 2010 a Napoli

Autore: Prof. Adriano Mazzarella -
Responsabile Osservatorio Meteorologico Università Federico II di Napoli
01/08/2010 (letto 2903 volte)

Consueto riepilogo del clima osservato presso lo storico osservatorio di Napoli...

 

Immagine non disponibile

Nella serata del 30-31 luglio, il nocciolo depressionario di una profonda saccatura atlantica ha interessato proprio la Campania e un violento nubifragio si è abbattuto su Napoli centro con 40 mm di pioggia, divisi fra due scrosci concentrati fra le 21.30 e le 22 del 30 luglio e fra le 23 e l’una del 31. Le stesse masse d’aria hanno violentemente impattato la collina del Vomero causando nubifragi di intensità quasi doppia. Tale scenario barico è stato responsabile di una notevole variabilità climatica dell’intero mese di luglio. Nella prima decade, infatti, masse d’aria atlantica hanno determinato temperature all’interno della norma; diversamente e fino al 24, il bollente anticiclone africano ha causato assenza di ventilazione, valori elevati di umidità e temperatura dell’aria, soprattutto di notte, e un notevole disagio climatico. Successivamente e fino alla fine del mese, masse d’aria fredda settentrionale sono state responsabili di un deciso abbassamento della temperatura dell’aria e del mare. La media mensile delle temperature massime è stata perciò di 30.5°C, mezzo grado in più di quella stagionale, mentre quella delle temperature minime è stata di 24°C, tre gradi in più della media. Le precipitazioni, pari a 54 mm e concentrate nei rovesci del 25 e 30-31 luglio, hanno superato di circa 40 mm la media stagionale.

 

Condividi:

Facebook MySpace Twitter  

 

Torna in cima


Ricerca articoli

 

Ricerca per titolo:

 

Ricerca per testo contenuto:

Tutte le parole Almeno una parola